attualità/Italia

Sotto scacco

sotto scaccoMa quale interesse nazionale… Può davvero il nostro Paese continuare ad andare avanti senza una programmazione politico-sociale a lungo termine..?!? Possiamo davvero continuare ad essere ostaggio dei proclami vuoti e falsi dei vari partiti e delle varie correnti..?!? Ogni giorno i giornali, le televisioni e le orecchie dei cittadini vengono inondate e intasate da grandi promesse, da allettanti e quanto mai necessarie riforme, da grandiose iniziative strutturali che diano finalmente uno scossone a questo carrozzone che invece si ritrova perpetuamente a barcamenarsi nell’incertezza e nella menzogna, coi piedi imprigionati nel malaffare e nella corruzione e con il pensiero ottenebrato da false promesse e da falsi proclami, quasi come se il paese dei balocchi esistesse davvero.

Svegliamoci tutti, per amor di Patria.

In Germania Angela Merkel si appresta ad iniziare il suo terzo mandato, per coprire così un lunghissimo periodo di continuità e riforme che hanno portato i tedeschi sul tetto d’Europa. Proprio come era accaduto con il suo predecessore.

In Italia invece la durata media di una legislatura, fatto scandaloso, è inferiore ad un anno! E non si riesce in nessun caso ad arrivare alla fine del mandato naturale di governo. Cosa significa questo..?!? Che siamo SEMPRE IN CAMPAGNA ELETTORALE! Che non si ha continuità in nessun campo e di conseguenza non si ha nessuna seria, duratura e rigida programmazione politica, sociale, del lavoro, dell’istruzione e finanche sanitaria. Abbiamo il fiato corto e la vista ancora più breve. Non abbiamo sufficiente memoria storica per ricordarci di quello che ci è accaduto prima e non riusciamo ad investire sul nostro futuro perché oppressi dal presente.

Si sussegue una crisi dopo l’altra, mentre gli scontri fra i vari partiti sono progressivamente più accesi. Tutti si fanno portavoce di cambiamenti epocali e duraturi, ma ogni singolo partecipante alla vita politica del Paese è interessato soltanto al proprio stipendio e ai propri benefit. Al proprio perdurare sulla scena pubblica.

Si ripete da decenni che i giovani devono essere messi al centro della vita dello Stato, che il loro futuro è il futuro del Paese. Ma dei giovani, in realtà, non importa nulla a nessuno.

Si ripete da anni che LA LEGGE ELETTORALE DEVE ESSERE CAMBIATA PER GARANTIRE GOVERNABILITÀ…ma nessuno che si sia mai preso la responsabilità di metterla AL PRIMO POSTO nell’agenda di governo non appena questo si fosse insediato. Per cambiarla davvero. Per cambiare davvero le cose.

Si ripete da troppo tempo che quello che si sta pensando di fare, che si sta facendo e che si farà è NELL’INTERESSE DELL’ITALIA. Ma perché avete perso anche la vergogna..?!? Per quale motivo in Italia non esiste più nessuna forma di indignazione..?!? Perché non c’è nessuno che ami veramente questo paese..?!? Lo stiamo lasciando affondare e ce ne stiamo tutti affacciati alla finestra a guardare, acciecati da decenni di cattiva politica e malaffare, decenni in cui le regole hanno smesso di essere rispettate. La regola è anzi diventata contravvenire alle regole!

Un Paese unico come il nostro…un Paese che potrebbe sopravvivere quasi esclusivamente investendo nella cultura e nel turismo, che su questi invidiati e sterminati capitali potrebbe fondare il suo successo e la sua rinnovata fama. Un patrimonio che oggi viene lasciato marcire e sgretolare sotto lo sguardo unanime e rassegnato di tutti noi…con pochi disperati per quanto ben intenzionati che tentano invano di salvare il salvabile.

Siamo sotto scacco di noi stessi, della nostra approssimazione, della nostra dabbenaggine, della nostra sciatteria e della nostra ignoranza. Quella che stiamo attraversando oggi, sebbene si protragga ormai da anni, non è più e soltanto una crisi politica ma è una crisi di valori.

LO STATO SIAMO NOI! Che diamine. Ce ne vogliamo rendere conto..?!? Svegliamoci e cambiamo le cose. Pretendiamo un paese migliore! Boicottiamo le false promesse e le false illusioni. Pretendiamo che chi non ci rappresenta venga costretto a farsi da parte. Pretendiamo che chi froda lo Stato e quindi tutti noi venga isolato e messo ai margini. Pretendiamo i buoni esempi. Il rispetto delle regole. Il bene comune.

Pretendiamo il bene dell’Italia. Un Paese migliore è possibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...